Rivestimenti esclusivi

Le nuove tendenze nell’estetica degli edifici da abitazione stanno rivoluzionando il modo in cui i proprietari di case pensano e realizzano la decorazione degli ambienti.

Sta passando, anche qui in Svizzera, il tempo delle “scatole grigie”. Chi si costruisce la casa, vuole che questa esprima la personalità di chi ci abita. Per questo motivo sta crescendo l’interesse per il mosaico.

 

Il mosaico ha attraversato le ere e le culture più diverse fino ad arrivare ai giorni nostri e senza mai perdere quel fascino eterno e di eleganza che nessun’altra arte è capace di dare.

Avere un mosaico nella propria casa ne alza il valore, e dona una personalità allo spazio abitativo senza rischiare di diventare nel tempo obsoleto e banale: prendiamo in esempio gli antichi mosaici pavimentali che tuttora sono ammirati nel mondo!

A seconda dell’arredamento o dell’idea del cliente è possibile riprodurre temi decorativi già esistenti o creati apposta, rimane solo l’imbarazzo della scelta e l’immaginazione è libera di esprimersi per dare spazio a un pezzo unico e immutabile.

© Fondation Noureev - Ezio Frigerio
Fatto questo preambolo, facciamo un attimo un piccolo viaggio a occhi chiusi dentro la vostra casa: provate a immaginare un bel tappeto, con i colori e disegni che più amate; un tappeto che è nella vostra fantasia o nei vostri sogni, se ne avete uno che vi è rimasto particolarmente impresso… immaginate ora di poterlo avere …a mosaico! Significa che non cambierà mai colore, non sarà mai da sbattere né da portare a lavare, e darà alla stanza un tocco di unicità che vi farà sentire ancora più vostro l’ambiente quotidiano senza mai stancarvi.

Provate a immaginare in quale parete potrebbe essere inserito un mosaico decorativo, o una riproduzione artistica del quadro che amate, perfettamente integrato nello spazio e pronto a dare un sussulto di gioia ogni volta che vi cade lo sguardo, gioia perché è vostro, unico, personale… non è qualcosa che potrebbe essere in un'altra casa o in un negozio di arredamento… è unico, come voi.

Anche semplicemente una decorazione nella zona cucina o bagno può dare un punto di vista nuovo a tutto l’insieme facendo di uno spazio d’uso comune, magari un po’ sottovalutato, un ambiente nuovo e vitale.

Perché il mosaico è movimento, e crea movimento; l’insieme delle tessere, difatti, dà una percezione al nostro cervello di movimento: essendo tanti piccoli pezzi uniti in uno solo ma ben distinguibili fra loro, fa sì che la sensazione creata sia quella del movimento, della vitalità, del sempre nuovo.

Persino una semplice cornice a mosaico può trasformare uno specchio in un’opera d’arte: per la sua malleabilità la tecnica musiva si presta senza problemi a rivestire oggetti o mobilia, portando trasformazione, eleganza e alto senso estetico laddove non si sarebbe mai pensato!

 

La frase che sento più spesso dire dai committenti di mosaici è “me lo immaginavo bello ma non così! Mi ha veramente sorpreso!” e l’espressione lascia apparire anche una profonda emozione! In effetti è davvero sorprendente come questa arte sappia trasformare ciò che avvolge. Si pensi inoltre che i colori dei marmi sono tutti naturali e provenienti dalla terra… siamo abituati a vedere i sassi, le montagne, le rocce come monocromie  spesso grigie, marroni o bianche; ma esistono in natura le più diverse gradazioni arrivando ad avere colori come il verde acido (Verde Ming), viola (rosso Laguna), rosso acceso (rosso travertino) blu (Macauba, Azul Bahia), giallo (Giallo Siena e Reale) e via dicendo…

Nelle paste vitree e negli smalti vetrosi, invece, la gamma di colori è infinita: tutte le gradazioni sono possibili, in quanto vengono create dall’uomo; ma non per questo sono certo meno affascinanti. Difatti queste tessere sono ricavate da “pizze” di vetro fuso con pigmento colorato e cotto in forni appositi. I migliori smalti provengono da Venezia, dove ci sono botteghe che tramandano quest’arte da secoli, e dalle quali ci riforniamo per la bellezza e qualità dei materiali.

Ovviamente la tecnica musiva lascia spazio anche ai più diversi materiali quali ori, metalli, materiali plastici e impasti di resine, è un’arte generosa che nulla esclude e tutto può realizzare. L’unico limite è la fantasia e quella, si sa, non conosce confini…

Se questo piccolo viaggio nel mondo del mosaico vi è piaciuto vi invito a farne uno più da vicino, a toccare con mano questa vibrante e meravigliosa tecnica, a far diventare un’idea qualcosa di concreto, unico e …quasi magico!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *